Iter cessione crediti tributari

La Crediva, per procedere alla formalizzazione di una proposta di acquisto “pro soluto” dei crediti erariali concorsuali, deve effettuare una due diligence sui medesimi crediti mediante accesso, secondo termini e modalità più consone al Curatore, ai relativi fascicoli per verificare i presupposti di certezza ed esigibilità.

Ancora, per dettagliare l’offerta su crediti sorti ante dichiarazione di fallimento e per verificare l’esistenza di controcrediti eventualmente compensabili da parte dell’Agenzia dell’Entrate, vogliate compilare il questionario (All.1) e sottoscrivere le deleghe (All.2-3-4) che consentiranno alla Crediva di effettuare mere indagini esplorative presso l’Amministrazione Finanziaria.

Relativamente, invece, ai crediti erariali sorti post apertura Procedura concorsuale, sono sufficienti le ultime dichiarazioni Iva.

Sono a carico di Crediva le spese dell’atto notarile.

Ove occorresse, si allega fac simile di istanza da depositare alla competente sezione fallimentare per procedere alla cessione dei crediti erariali (All.5).